Storia - Seminario Vescovile di Bedonia e Santuario della Madonna della Consolazione o di San Marco– case per ferie e per gruppi scout a Bedonia Parma, casa vacanze, case in autogestione o gestite, campo estivo, casa vacanze, casa per ferie, Case vacanze per oratori, scout, campi scuola, associazioni, famiglie, gruppi parrocchiali, scout, autogestioni, in montagna, al mare, ragazzi, bambini Seminario Vescovile di Bedonia, Borgo Val di Taro, Tornolo, Tarsogno, Albareto, casa accoglienza, casa per ferie, ostello gioventù,case per ferie, casa vacanze, holidays, associazioni, famiglie, gruppi.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

Seminario

Il Seminario Vescovile di Bedonia spicca nella sua imponenza architettonica, esaltata dall'esiguità del piccolo paese, a fianco del Santuario della Madonna della Consolazione, meglio conosciuta come "Madonna di San Marco", ove fin dal 1685 si venerava la Madre di Cristo in una piccola cappella ancora esistente.

L'idea di fondare un'istituzione culturale per i giovani della vallata si deve a don Giovanni Agazzi e all'allora arciprete del paese, don Stefano Raffi. L'edificio, nato come "Casa della Gioventù" per accogliere i giovani provenienti dai vari centri della vallata per frequentare la scuola, venne solennemente inaugurato come Seminario il 25 luglio 1846, dai Vescovi di Piacenza e Pontremoli; rispettivamente: Monsignor Luigi Sanvitale e Monsignor Michelangelo Orlandi.

Il progetto architettonico è opera di Pietro Tagliasecchi, ingegnere mandamentale per la zona valtarese, e si ispira visibilmente al Collegio Alberoni di Piacenza.
Tutta la popolazione della vallata aveva partecipato per cinque anni alla costruzione del Seminario stabilendo così un legame che si è conservato intatto sino ai nostri giorni.

Oggi il Seminario si estende su quasi 6000 mq. coperti.
Dal 1846 il Seminario di Bedonia ha formato quasi 2473 studenti, di cui oltre 673 ordinati Sacerdoti: fra questi, sei sono diventati vescovi e due cardinali: Agostino Casaroli, Segretario di Stato Vaticano dal 1979 al 1990, ed Ersilio Tonini, uno degli apostoli dei mezzi di comunicazione di massa.

Nel 1981 hanno lasciato il Seminario gli ultimi sei giovani che si preparavano al sacerdozio, ma non per questo l'istituzione ha chiuso i battenti. Ha solo mutato parzialmente le proprie funzioni, accentuando il ruolo di polo culturale della zona, senza mai perdere di vista però la propria principale missione di luogo di formazione dei giovani e di centro motore dell'evangelizzazione.
Il Seminario ospita il Centro Studi Agostino Casaroli, il cui fondo documentario relativo alle carte del Segretario di Stato di Giovanni XXIII nel 2001 è stato acquisito dall'Archivio di Stato di Parma ed è in corso di catalogazione.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu